Credo davvero che ci siano cose che nessuno riesce a vedere prima che vengano fotografate


Diane Arbus (1923-1971)

Sei in un sito di fotografia amatoriale. Per Noi la fotografia è passione, divertimento, bellezza...in breve uno “zoom sulle emozioni"

Chi siamo

Barbara Ferrari

Sono docente di lettere di scuola secondaria, appassionata di fotografia. La fotografia forse è sempre stata dentro di me, ma la vera passione è nata condividendola con mia figlia, Noemi.
Sono nata nel 1972 ad Alessandria, dove ho frequentato il Liceo Classico “G. Plana”; a Pavia, mi sono laureata in lettere moderne e storia dell'arte, con una tesi in storia dell'arte medievale.Da giovane ricercatrice, tra il 1997 e il 1998, scrivevo per la rivista Nuova Alexandria, ieri per domani, edita da Boccassi Editore e, per lo stesso, ho avuto l'onore di essere tra gli autori de Alessandria è una comoda poltrona. Ti siedi e ti addormenti, insieme, tra gli altri, a Rino Tacchella, Benedetta Parodi (con un intervento speciale di Umberto Eco).
Nel 2015 è uscito il mio primo libro, Gulp...La Scuola, Il fumetto tra letteratura e scienza, testo di didattica innovativa e inclusiva scritto a due mani con Matteo Torre.
Ho partecipato alla XI edizione del Concorso Lingua Madre, per il quale mi sono qualificata tra i finalisti del Premio Speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.
Faccio parte della sessione artisti de Immagini e Parole, categoria fotografia e poesia 2016 . In seguito trovate informazioni su alquni miei lavori.
www.vetrinaartisti.it/barbara-ferrari Per me fotografare significa fissare per sempre un attimo della mia vita; nell'immagine scorgo via via qualcosa di diverso.

Noemi Rubini

Sono una studentessa del liceo linguistico “E. Amaldi”, appassionata di fotografia. La fotografia forse è sempre stata una mia passione, sin da bambina e ora condivido questo amore con mia madre.
Sono nata nel 2000 ad Alessandria, dove ho frequentato le scuole medie, periodo in cui ho partecipato al Concorso “Adotta Scienza e Arte” e ho disegnato parte del fumetto per il Concorso della società Mathesis (società italiana di scienze matematiche e fisiche) e dell'Istituto storico Italiano di ricerche sul Medioevo dal titolo La matematica ai tempi di Carlo Magno.
Ho partecipato a vari concorsi di fotografia.
Per me fotografare significa avere la possibilità di ricordare per tutta la vita lo stesso secondo e di cogliere l’arte anche nei minimi dettagli, che apparentemente sembrano superflui.

Novità

Tutte le iniziative vi saranno comunicate al più presto.

ZoomEmozioni ha partecipato al Concorso Linguamadre.Finalista per il Premio speciale Fondazione Sandretto Re Rebaudengo 2016 con due foto e un breve racconto.

E Io cammino…Inshallah…

Inshallah...mi dice Mamy ogni mattina, quando esco presto per sentire il rumore del mare, per immergere i piedi nell'acqua fresca del mattino e per rilassarmi camminando, sola; Inshallah, che Dio sia con te, mentre prepara la sua merce, unica e meravigliosa.
E lei lo dice davvero con il cuore, sono poche le persone a cui dà confidenza. Lei l'amore lo conserva per pochi, per i suoi famigliari, rimasti in Senegal, per quella terra meravigliosa che ricorda con una dolce malinconia.
Le vogliamo bene: è una donna onesta e sincera, lavora con impegno. Ma anche Mamy è inconsapevolmente oggetto di razzismo, quando una cliente cerca di confonderla con il calcolo del resto...perché è straniera, perché è di colore. E il suo dio è buono, come il nostro, come quello di tutti, ma Lei non vuole essere ingannata! Così il suo spirito fiero fa capolino dietro il suo sguardo profondo, non si inalbera, ma dimostra che non la si può fregare. È successo a tante donne: a Maria, argentina. L'accento spagnolo la rende ancora più gradevole, ma per molti questa sua caratteristica è il pretesto per trattarla con un atteggiamento di superiorità. È successo anche a Yulia, che arriva da Perm per fare visita ai suoi amici italiani, ha una laurea in medicina e parla con un chiarissimo accento dell'est; la commessa del supermercato, poco più che adolescente, le dà del tu e in malo modo le dice che lo sconto su quel prodotto non è più valido. La gente finge di non sentire, lei chiede educazione e rispetto, ma lei è straniera, in un Paese che si proclama “aperto”, ma che gli stranieri li guarda con sospetto, in un Paese in cui le donne si alleano, fiere, ma non sanno riconoscere che donna è sempre donna, da qualsiasi Paese arrivi.
Mamy ora chiacchiera con la sua amica, la ragazza che passa in spiaggia. Forse non è un'amica, si stanno presentando e parlano il dialetto della loro regione, in Senegal. E gli occhi si riempiono di lacrime: un'estranea diventa un punto fermo, il riconoscimento della propria identità. I profumi tornano alla mente, chiari, i colori si accendono nei loro occhi. Osservandole la straniera sono io, che del mio Paese, ora, sento solo la diffidenza. Mamy, Maria, Yulia sono come me, turbate a causa dell'ignoranza degli altri. E io continuo a camminare...
Barbara Ferrari

Immagini

Contatti

Modulo di Contatto

 

 

Per informazioni scriveteci tramite form o a i seguenti indirizzi.

Barbara mail: barbaraferrarirubini@gmail.com

Noemi mail: noemiemirubini@gmail.com

Ci potete trovare anche sulle nostre pagine Facebook e Instagram